Blockchain e criptovalute: cresce l’interesse di Facebook, Starbucks e Line

7/3/2018

Secondo alcuni dati decisamente attendibili le criptovalute sono destinate a crescere nei prossimi mesi un trend che gli operatori economici di rilievo internazionale non possono più ignorare: il riconoscimento che le monete virtuali influenzino lo sviluppo economico finanziario è determinante per la crescita e lo sviluppo. Le previsioni confermano un andamento positivo dei Bitcoin il cui prezzo dovrebbe toccare  quota 20mila dollari entro la metà del 2018 e 25mila entro fine anno. Gli analisti e esperti d’economia sostengono inoltre che negli ultimi tempi si è manifestato un interesse crescente da parte di alcune realtà economiche internazionali nei confronti delle valute virtuali, lo stesso Tommy Lee, co-fondatore di Fundstrat ha anticipato questa convinzione. Lee lo scorso Febbraio affermò in un suo studio come alcune società di rilevanza mondiale avevano espresso la loro ufficiosa attenzione nei confronti di questo neo business:

Nel 2018, prevediamo che almeno 3 grandi società quotate in borsa emettano token digitali nativi… Già tre grandi aziende hanno annunciato il proprio impegno nell’ambito delle criptovalute, che dimostra che queste società potrebbero muoversi in questa direzione prima che Wall Street lo accetti.

Tra le aziende di riferimento sia la giapponese LINE che offre servizi di messaggistica, che la rinomata Starbucks che ha reso pubblica la sua curiosità nei confronti  delle tecnologie basate su blockchain e criptovalute. In proposito il  Presidente Esecutivo Howard Schultz ha rivelato:

Penso che la tecnologia blockchain sia probabilmente un’ipotesi su cui potrebbe essere basata un’App integrata di Starbucks.

Impossibile pensare che autorità come Facebook o Amazon possano rimanere fuori da questa realtà economica quotidianamente in continua evoluzione, è per questo che Lee ipotizza che queste società si stiano muovendo segretamente.