Bitcoin di stato: Arriva Petro, la cryptovaluta del Venezuela

20/2/2018

Il governo Venezuelano ha appena annunciato la initial coin offering (ICO) per quanto riguarda Petro, ovvero la cryptomoneta di stato che verrà adottata dal Venezuela, secondo quanto riportato dalle fonti ufficiali.

La coin era stata annunciata agli inizi di dicembre (2017) dal presidente Maduro come escamotage per sfuggire ai controlli americani, ponendosi in una situazione di rifugio valutario, e assicurando le materie prime venezuelane come riserva utile a coprire il valore della nuova coin.

Con una quantità totale immessa (inizialmente) di 82.4 milioni di “pezzi” Petro si affaccia nel mondo delle ICO, con la promessa che ne saranno disponibili soltanto 100 milioni.

Secondo il presidente Venezuelano:

“Siamo stati i primi a fare della blockchain un asset. Abbiamo le maggiori compagnie che si occupano di blockchain in Venezuela. Ora che Petro è nato sarà un successo per il benessere del nostro paese”

Anche se non è l’unica nazione a volersi dotare di una coin “di stato” (il caso della Estonia con estcoin) la decisione è coraggiosa, ma non mancano opposizioni.

Secondo molti esperti il Venezuela ha problemi economici e sta cercando una scappatoia nell’hype delle cryptovalute, tra l’altro vincolando le proprie risorse petrolifere, e creando non pochi problemi alla già difficile opposizione politica… ma si sà, la speculazione non si ferma davanti a nulla. Staremo a vedere.