PrevisioniBitcoin.it

Goldman Sachs pianifica la compravendita di criptovalute

7/5/2018

I vertici e rappresentanti di Goldman Sachs rivelano d’essere pronti a pianificare una compravendita di criptovalute.

Operazione che porterà la nota banca a competere sul mercato finanziario delle monete digitali e che esprime un decisivo cambio di rotta e atteggiamento nei confronti di una piazza che ancora non nutre tutte le attenzioni, ma soprattutto gli accrediti necessari per ottenere un riconoscimento reale anche da parte di quei numerosi organismi finanziari che hanno più volte manifestato il loro scetticismo.

Per Goldman i bitcoin non sono una truffa, sono una nuova forma d’investimento a cui approcciarsi con cautela e maggiore serietà. Il cambio di rotta del colosso bancario è dovuto soprattutto ad una crescita della domanda, molti clienti ne hanno fatto richiesta perchè li considerano un forma di riserva alternativa di valore e anche se l’investimento in se è ancora considerato un rischio è un bene tenere alta l’attenzione per non trovarsi poi davanti ad un cambiamento radicale e decisamente produttivo.

Rana Yared dirigente della Goldman Sachs ha poi aggiunto che sostiene le politiche della banca, l’interesse del colosso di soddisfare i propri clienti interessati al mercato delle criptovalute ma anche dichiarato che i piani attuati sono anche rappresentativi di operazioni studiate e finalizzate a tutelare i consumatori.

La dirigente ha inoltre detto che i vertici della Goldman non hanno mai nascosto il loro scetticismo in materia, ma nonostante tutto le considerazioni nei confronti della nuova tecnologia Blockchain sono un atto dovuto e necessario in un mercato economico finanziario in continuo e rapido cambiamento. Rana Yared ha dichiarato:

Non si tratta di un rischio che non comprendiamo. Si tratta semplicemente di un rischio al quale dobbiamo prestare particolare attenzioneNon mi definisco una vera sostenitrice, che si sveglia la mattina convinta che il Bitcoin conquisterà il mondo.

 

Share on Facebook Share on Google+ Tweet about this on Twitter Share on LinkedIn