PrevisioniBitcoin.it

Corea del Sud pronta a legalizzare le ICO e le monete digitali

4/5/2018

I legislatori coreani sarebbero impegnati nella preparazione di un disegno di legge finalizzato a rendere legale il lancio di  di nuove Initial Coin Offering (ICO) e altre valute digitali, una notizia questa che se confermata darebbe un nuovo volto alla gestione delle monete virtuali nel paese.

L’indiscrezione è stata resa nota dal Korea Times che ha anche aggiunto che a capo della presunta commissione di legislatori impegnati in questo progetto c’è niente meno che il leader del partito democratico della Corea Hong Eui-rak.

Quest’ultimo ha indirettamente confermato l’iniziativa pubblicamente: recentemente ha partecipato ad un evento dedicato alla tecnologia blockchain e ICO, un evento di rilevanza mediatica in materia, dove ha ammesso l’esistenza del disegno di legge e delle sue priorità tra cui quella di aiutare a rimuovere incertezze legate al settore Blockchain.

L’iniziativa è attua ad attivare un controllo legale nei confronti di tutte quelle ICO avviate da enti pubblici, un controllo che dovrà essere effettuato dalla Commissione per i Servizi Finanziari, del Ministero della Scienza e dall’ICT finalizzato a garantire una trasparenza finanziaria del settore.

Da ricordare che questo è il primo gesto parlamentare contro il divieto del governo coreano per le ICO, un divieto che come ricordiamo è stato introdotto per evitare potenziali speculazioni in materia, le criptovalute e co. sono infatti soggette a facili e occulti investimenti per questo la Corea ha imposto un veto tale da vietarne la commercializzazione.

Le regolamentazioni governative sono necessarie per eliminare il divieto per le ICO, questa sembra essere condizione indispensabile per riattivare lo scambio delle valute digitali. Anche Chung Sye-kyun, rappresentante della National Assembly ha sostenuto l’importanza propositiva delle criptovalute:

Blockchain e criptovalute possono essere utilizzate in svariati settori pubblici per buone cause.

 

Share on Facebook Share on Google+ Tweet about this on Twitter Share on LinkedIn